ISOLE GILI

LA GUIDA PRATICA COMPLETA

14 cose  fondamentali da sapere prima di partire

Isole Gili la guida pratica, un cidomo aspetta i turisti in riva al mare
ISOLE GILI: LA GUIDA PRATICA IN 14 PUNTI

La prima volta che ho messo piede sulle isole Gili è stato nell’estate del 2010, come tappa conclusiva di un rocambolesco itinerario via terra e mare che era cominciato un mese prima nella città di Jakarta!
Ricordo ancora il sapore aromatico e pungente del lemongrass che galleggiava a rondelle concentriche in una superba zuppa di pollo al curry. Il caldo rigenerante di quel brodo, i riccioli profumati di cipolla fritta e il mix di spezie gialle, disciolte in questa fragrante pietanza, mi avevano subito ridato la forza necessaria per esplorare la piccola Gili Air. La zuppa l’avevo ordinata in un warung sulla spiaggia subito dopo uno sbarco piuttosto movimentato.

Lo sbarco a Gili Air

La mattina di quel giorno, io e Rizky eravamo salpati a un orario indefinito dal porto di Bangsal a Lombok  e avevamo viaggiato impilati assieme a scatolame, polli e uova su una delle tante barchette locali  che trasportavano le merci per il mercato. Durante la breve traversata, un paio di zelanti skipper avevano bilanciato la vacillante imbarcazione alla meno peggio – aggrappati con gli alluci in equilibrio sui bordi laterali – per evitare si ribaltasse! 

Fortunatamente avevamo solo uno zaino con noi all’arrivo – quando l’ancora è stata gettata a diversi metri dalla riva – e tutti i passeggeri erano stati invitati a scendere in mare con l’acqua alle ginocchia, le scarpe in mano e la borsa in testa. Le valigie più pesanti invece erano state lanciate con grazia verso la riva. Almeno, questa era l’ottimistica intenzione: molte era affondate prima in acqua con sonori tonfi!
Fatto sta che dopo qualche minuto uova, polli, ananas, turisti e cocchi freschi erano tutti in salvo, pronti ad asciugarsi sotto un sole cocente ed io con loro.

Questo succedeva 10 anni fa! Adesso i trasporti da e per le Gili hanno un’offerta e una varietà per tutti i gusti e le tasche! 

Isole Gili, la guida pratica
Lo sbarco a Gili Air

Con il tempo e le varie avventure vissute, l’Indonesia è diventata la mia seconda casa e ho familiarizzato sempre più anche con questo piccolo arcipelago di tre sole isole, tanto amato quanto odiato dai viaggiatori di ogni parte del mondo. In questa guida prarica alle isole Gili voglio presentarvelo sotto tutti gli aspetti anche quelli meno piacevoli, per aiutarvi a fare la scelta giusta e decidere quindi – in maniera disincantata – se inserlo o meno nelle tappe del vostro itinerario. Starà a voi poi decidere se unirvi al coro di chi le ama o di chi le detesta!

Io vi dico già che quello che amo delle isole Gili è l’atmosfera, i colori turchesi dell’oceano, il cibo e i coralli legati ai rami degli alberi che ondeggiano nella tiepida brezza. Quello che invece non amo, lo scoprirete più avanti…

Isole Gili, la guida pratica
Le decorazioni di coralli delle Gili

1. Come arrivare alle isole Gili

Non lasciatevi turbare dal mio sfortunato sbarco, adesso i modi per raggiungere le isole Gili sono moltissimi e moderni! Considerato il vasto interesse per questo argomento e la confusione che spesso regna sovrana, ho creato una guida pratica a parte, che potete trovare qui: COME ARRIVARE ALLE ISOLE GILI. Qui invece è possibile consultare anche gli orari e i prezzi delle fastboat o prenotare il vostro biglietto in anticipo online: SCOPRI DI PIU’ SULLE FASTBOAT.

2. Il tipo di turismo 

Una delle cose fondamentali da tener presente – e che voglio sottolineare in questa guida alle isole Gili – è il livello di turismo. Non fatevi incantare dall’idea romantica di isole deserte lambite solo dall’oceano, le Gili sono una meta estremamente turistica. Già dal 2010, ovvero quando ci sono arrivata per la prima volta, c’era abbastanza traffico di turisti italiani e internazionali. Delle tre isole, Gili Trawangan è sicuramente quella più colpita da questo fenomeno mentre Gili Meno può ancora definirsi quella più naturale e spartana.

Le variabili

Detto questo, vanno assolutamente messe in conto due variabili per determinare il livello di caos e affollamento. La prima è la scelta del periodo, che influenza notevolmente l’afflusso turistico. I mesi maggiormante presi d’assalto sono ovviamente quelli di luglio e agosto: in questo periodo potreste trovare una qualità dell’acqua meno seducente, più sporcizia e un maggiore affollamento. 

La seconda è la scelta dell’alloggio e l’area di permanenza sulle isole, una variabile che ha un ruolo fondamentale nella loro percezione. Su ciascuna delle isole Gili, infatti, esistono zone meno battute, dove è possibile trovare resort tranquilli e silenziosi, immersi nei giardini tropicali, dove assoporare momenti di pace e di relax, contemplando gli incredibili tramonti rosso-violetto. 

Gili Meno è l'isola più naturale - ©M.Dryden
Gili Meno è l’isola più naturale – ©M.Dryden

3. Il periodo migliore

Il periodo migliore per andare alle isole Gili è da aprile a ottobre. Vi sconsiglio i mesi della stagione delle piogge perchè, a causa delle dimensioni ridotte di queste isole, avreste poche possibilità di movimento e di attività all’aperto. Gli sport acquatici potrebbero essere impraticabili, l’acqua in cui effettuare lo snorkeling torbida e le fastboat bloccate per il maltempo. 

Se non volete trovarvi in un periodo di ressa, evitate i mesi di luglio e agosto. Se decidete comunque di scegliere quest’ultimi, considerate un alloggio su un versante appartato, con un ampio giardino aperto solo agli ospiti e possibilmente una porzione di spiaggia privata. 

4. Dove alloggiare

Come già accennato, la scelta dell’alloggio è fondamentale per vivere le Gili in un’atmosfera serena, specialmente se vi recate a Gili Trawangan. Vi consiglio quindi di valutare bene la zona dove prenotare il vostro alloggio. Se volete avere qualche idea di hotel e resort – selezionati da me e dalla community – potete consultare la pagina dedicata agli HOTEL A GILI TRAWANGAN e agli HOTEL A GILI AIR

Pearl of Trawangan

SCOPRI DI PIU’

Marygio Resort

SCOPRI DI PIU’

Pink Coco Gili T.

SCOPRI DI PIU’

5. Come inserire i giorni nell’itinerario

In questa guida alle isole Gili voglio darvi anche una piccola dritta per la creazione del vostro itinerario. Nell’inserire i giorni da dedicare alla isole Gili, cercate di tener conto dell’eventuale blocco delle fastboat ai porti a causa del maltempo o delle onde grosse. Potrebbe essere quindi una buona idea, inserire i giorni dedicati alle Gili all’inizio o nel mezzo della vostra vacanza a Bali, per non rischiare di non poter tornare e di dover perdere l’aereo. Un’altra idea è quella di pianificare una via alternativa alla classica fastboat. Per i dettagli su questo punto vi rimando all’articolo COME ARRIVARE ALLE ISOLE GILI. Per quanto riguarda invece la pianificazione dei movimenti fra le isole, potete affidarvi anche a delle semplici barche locali e muovervi in giornata fra una e l’altra

6. Bancomat, sportelli di cambio e prezzi

Gili Trawangan e Gili Air sono provviste di diversi punti dove effettuare prelievi al bancomat (ATM). A Gili Trawangan, potete trovarli facilmente presso il resort Hotel Villa Ombak, la Banca Mandiri e l’International Bank Indonesia. Vi consiglio comunque di portare con voi anche contanti a sufficienza poichè in caso di fortuita interruzione di corrente, gli sportelli bancomat potrebbero bloccarsi oppure nei momenti di maggior afflusso turistico, potrebbero restare a corto di soldi. 
Sulle isole Gili esistono anche diversi cambiavalute. Per effettuare il cambio dei contanti in sicurezza valgono le regole generali di cui vi parlo qui: CAMBIARE I SOLDI A BALI E IN INDONESIA
Per quanto riguarda i prezzi, alcuni articoli sulle isole Gili sono piuttosto costosi, cercate di portare con voi il necessario per l’igiene personale come shampoo, creme, assorbenti, doposole ecc. Qui potete trovare altri spunti per la vostra VALIGIA PERFETTA per l’Indonesia!

7. Quale Gili scegliere?

A questa domanda non esiste ovviamente una risposta definitiva. Ogni isola ha una sua personalità ben definita e un suo target ben preciso. Quando non conosco personalmente chi mi pone la domanda, tendo sempre a dare un consiglio ‘neutrale’ ovvero Gili Air! Un’isola che raccoglie in sè quel tanto di divertimento che basta bilanciato da calma e tranquillità, con opportunità di fare snorkeling al largo e attività di vario genere. Gili Air è inoltre l’isola più vicina alla costa nord di Lombok, per cui è possibie aggiungere facilmente dei tour anche su quest’isola. Qualunque delle tre isole scegliate, ricordate che potete facilmente spostarvi da una all’altra in barca in giornata senza problemi. 

Isole Gili, la guida pratica
Atmosfera di Gili Air
Un warung di Gili Air
Un warung di Gili Air

8. Le caratteristiche delle spiagge

Sulle isole Gili non troverete chilometriche spiagge dalla sabbia fine e bianca ma graziose spiagge, alcune delle quali con una sabbia granulosa e grossa, spesso pungente sotto i piedi perché formata da micro coralli frantumati o conchiglie spezzate. Appena entrati in acqua, la presenza di rocce e scogli sul fondale, potrebbe rendere difficile una camminata agevole.
Nelle foto qui sotto potete vedere il tipo di sabbia delle Gili, formata dall’erosione dei coralli e quindi molto granulosa. Oltre a questa sabbiolina sminuzzata, ci sono vere e proprie distese di pezzi di corallo pietrificati che si estendono per diversi metri anche nell’acqua.

Isole Gili la guida pratica: la sabbia e i coralli
Un dettaglio della sabbia

Le scarpe da scoglio

Per ovviare a questo inconveniente vi consiglio di mettere in valigia delle scarpe da scoglio o da spiaggia, tipo quelle che vedete nelle immagini qui sotto, in vendita su Amazon. Non saranno il massimo del sexy ma vi garantisco che vi serviranno in molte occasioni! Oltre a proteggervi i piedi quando camminerete sui coralli frantumati, si riveleranno utili anche nella pratica degli sport acquatici o sulle barche per visitare le isole, infatti sono calzature che possono essere immerse totalmente in acqua e che vi aiuteranno a non scivolare. 

Scarpe da scoglio

SCOPRI DI PIU’

Scarpe in Neoprene

SCOPRI DI PIU’

Scarpe da immersione

SCOPRI DI PIU’

9. Il mare delle Gili è bello?

Questa è una delle domande che mi vengono fatte più di frequente. La risposta è: dipende da che tipo di mare cercate e a quale mare siete abituati. Gli amanti della Sardegna e delle Maldive, per intenderci, non resteranno particolarmente impressionati ma l’acqua  – con il bel tempo e nei periodi meno affollati – è limpida e cristallina, di color turchese, con i fondali di corallo ben visibili a occhio nudo e la possibilità di fare immersioni e snorkeling con le tartarughe. 

Di contro, purtroppo, c’è anche da dire che parte della barriera corallina è andata distrutta a causa di tecniche di pesca senza scrupoli e di un turismo irresponsabile e che nei periodi di maggiore affluenza turistica, specialmente a Gili Trawangan, l’acqua sulla riva è poco limpida se non addirittura sporca. Dal 2000, tuttavia, è nata l’organizzazione non governativa Gili Eco Trust che si è prefissa l’intento di ripristinare e tutelare l’ecosistema delle isole Gili attraverso dei beach clean up, a cui tutti possiamo partecipare e il bellissimo progetto chiamato Biorock. Se avrete modo di fare snorkeling, potrete vedere, oltre alle tartarughe anche delle strutture sottomarine elettrificate su cui sono stati impiantati nuovi baby coralli. Per aiutare l’ecosistema a riprendersi, vi raccomando uno snorkeling responsabile, rispettando i punti di questa guida: SNORKELING SOSTENIBILE

il mare delle Gili, isole Gili la guida pratica
Riva di Gili Air
Isole Gili, la guida pratica
L’acqua delle Gili con i fondali a vista, fotografata a luglio

10. Il fenomeno delle maree 

In alcuni periodi dell’anno, il fenomeno delle maree alle isole Gili è molto accentuato. Il mare ad una certa ora si ritira per diversi metri mettendo allo scoperto una distesa di coralli sgretolati e piccole pozze d’acqua. Tra i mesi più colpiti da questo fenomeno ci sono luglio e agosto, quindi per evitare delusioni, sappiate che in determinati orari non sarà possibile fare il bagno. Approfittatene per fare delle foto spettacolari oppure dedicarvi alle attività in barca al largo! 

Il momento della marea a Gili Trawangan
La marea si presenta così

11. La religione praticata

Un aspetto fondamentale da considerare durante la messa a punto del vostro viaggio alle isole Gili è legato alla religione. Vi spiego subito il motivo: nonostante gli eccessi importati da molti turisti e sicuramente sfruttati anche da alcune persone del luogo, molti degli abitanti delle Gili conducono una vita nel rispetto delle regole religiose dettate dall’Islam, il che significa che il codice di abbigliamento qui è molto diverso dal mondo occidentale. Le persone sono modeste, coprono i loro corpi e talvolta la loro testa. Quindi è una buona norma indossare sempre una t-shirt e un pareo quando ci si reca nelle strutture pubbliche, nei ristoranti o nel centro cittadino.

La preghiera e il ramadan

Un’ altra sfumatura da considerare è il rituale della preghiera. La preghiera musulmana viene infatti recitata più volte al giorno attraverso gli altoparlanti delle moschee. Se pensate che questo particolare possa essere per voi un motivo di fastidio, vi raccomando di scegliere un albergo lontano da questi edifici religiosi.

L’ultimo punto cruciale per una pianificazione del viaggio senza problemi è la ricerca delle date del ramadan: la festività religiosa più importante per i musulmani che prevede preghiera e digiuno dall’alba al tramonto. In questi giorni infatti alcune attività potrebbero essere chiuse e le fastboat bloccate. I giorni del ramadan cambiano di anno in anno e non è possibile indicarvi in anticipo tali date. La festa finale del periodo del ramadan è l’Idul Fitri. Se capitate in Indonesia in questo periodo, non dimenticate di porgere i vostri auguri e unirvi al clima di festa. 

Isole Gili, la guida pratica, abbigliamento delle donne locali
Il velo delle donne musulmane delle Gili
Isole Gili, la guida pratica, abbigliamento delle donne locali
Abbigliamento locale con sarong e velo

12. Vita locale

Oltre alla vita patinata dei lounge bar sulla spiaggia, dei resort con piscina e delle altalene sull’oceano, sulle isole Gili esiste una popolazione locale che conduce una vita semplice e rurale, portata avanti con i proventi della terra, della pesca o dell’artigianato. Con l’arrivo del turismo di massa, molti locali si sono trovati impreparati ad affrontare alcuni aspetti nell’organizzazione delle isole, in special modo lo smaltimento extra dei rifiuti. Nonostante gli sforzi da parte di associazioni ambientaliste e di volontari, la gestione dei materiali di scarto sulle Gili non brilla sempre per efficienza! Vi potrà capitare sicuramente di trovare rimasugli di detriti o ammassi di materiale di varia natura disseminato in giro, specialmente nelle aree al di fuori dei resort.

Una volta sulle isole, quindi, vi raccomando di contribuire al loro benessere, evitando sacchetti e cannucce di plastica mono-uso e aderendo a qualche beach clean-up di volontari.  

sbarco del mercato locale delle gili
Sbarco delle merci per il mercato
donne delle gili
Una donna porta la calce da costruzione
pescatori tessono le reti
La tessitura delle reti da pesca
Isole Gili, la guida pratica
Messa a punto di una barca

13. Muoversi sulle isole 

Le isole Gili sono piccole, non hanno mezzi di trasporto pubblici o a motore. Il loro perimetro è giornalmente percorso dai cidomo, i famosi carretti trainati da cavalli che tanto divertono i turisti. Personalmente non amo questi mezzi di trasporto e quindi non mi sento di consigliarveli, sia per il trattamento riservato ai cavalli spesso denutriti, sovraccaricati di pesi e trattati senza cura, sia per i prezzi eccessivi imposti ai turisti. Quindi, prima di andare alle isole Gili, fate una scelta intelligente: lasciate il grosso dei bagagli in un deposito sicuro e imbarcatevi con un bello zaino, in modo da essere liberi di muovervi a piedi o in bicicletta dal momento dell’arrivo! 

L’affitto di una bicicletta varia dalle Rp. 25,000 alle 50,000 e a volte è messa a disposizione gratuitamente dagli stessi hotel. Ricordate di mettere in valigia anche una bella torcia, la sera sulle isole c’è poca illuminazione e per muovervi ne potreste avere bisogno! 

Isole Gili, la guida pratica
Un cavallino delle Gili
Il cidomo trainato da un cavallo
Il cidomo trainato da un cavallo

14. Alcol e droga

L’argomento che ho lasciato per ultimo – in questa guida pratica alle isole Gili – riguarda in special modo Gili Trawangan. Su quest’isola esiste una vasta offerta di alcol e droga (illegale in Indonesia). Vi consiglio di prestare molta attenzione in entrambi i casi. Per quanto riguarda l’alcol evitate assolutamente i liquori artigianali economici ad alta gradazione, come l’arak. Spesso sofisticati con l’aggiunta del metanolo. Soprattutto, come ovunque nel mondo: non perdete mai d’occhio il vostro bicchiere! 

Per quanto riguarda inceve le sostanze stupefacenti, le più comuni e facilmente reperibili sulle isole Gili sono i funghi allucinogeni, venduti praticamente ovunque a un costo decisamente basso. Qualunque sia la vostra scelta in merito, ricordate che l’effetto può essere molto forte ed è quindi meglio avere sempre degli amici vicino. Se non siete interessati a questo stile di divertimento, potete godervi le isole in tranquillità, semplicemente evitando alcune zone, come quella del porto di Gili Trawangan la sera. 

Che ne dite? Adesso siete riusciti a formarvi un’idea più chiara con questa guida pratica per le isole Gili? Spero di si! lasciatemi un commento se avete altri dubbi o domande! Oppure continuate la lettura.. 

Altri articoli utili: 



Booking.com

Benvenuti!

Mi chiamo Simona e viaggio in Indonesia dal 2010. Ho vissuto nelle isole di BaliJava. Sono una designer, appassionata di fotografia e buon cibo. Una delle cose che amo di più durante i miei viaggi è esplorare luoghi fuori dal sentiero battuto e immergermi nella cultura locale. 

LEGGI LA NOSTRA STORIA

 

 

Altri Articoli

 

 

Condividi questo articolo

VUOI CHIEDERMI ALTRE INFORMAZIONI, HAI DELLE CURIOSITA’ O VUOI SUGGERIRE QUALCHE AGGIORNAMENTO INTERESSANTE? SCRIVIMI PURE QUI NEI COMMENTI:

2 Comments

  1. Avatar Marzia
    30/06/2019 @ 10:17

    Bellissimo e utilissimo il tuo blog. Noi saremo dal 20 agosto a lombok. Volevo cercare un driver locale che parlasse italiano e che ci accompagnasse per tre o quattro giorni alla scoperta dell isola. Mi sapresti consigliare? Grazie mille

    Reply

    • Avatar Simona Warnerin
      02/07/2019 @ 15:49

      Ciao Marzia e grazie!! 😊 Non è semplicissimo trovare driver italiani a Lombok. Prova a contattare Lombok Explorer Tours: nuvola_lombok@yahoo.com
      Oppure il Warung Amalia di Senggigi.

      Reply

Lascia un commento

Ti aspetto su Instagram per altre foto dei miei viaggi in Indonesia!