MOYO ISLAND

Moyo Island, l’incantevole isola delle cascate raccontata dal Blue emOcean Resort

Le cascate di Moyo Island
La cascata di Mata Jitu a Moyo island
MOYO ISLAND E IL BLUE EMOCEAN RESORT
Moyo Island è una delle più belle isole dell’arcipelago indonesiano e nello stesso tempo una delle meno conosciute. Si trova al largo della costa settentrionale dell’isola di Sumbawa con una popolazione di circa 1000 persone che vivono di pesca e agricoltura. Di recente, l’intera costa dell’isola di Moyo è stata dichiarata area di conservazione marina.
La prima volta che ho sentito parlare di questo posto incantato è stato grazie a Valentina, conosciuta attraverso il gruppo VIAGGIARE A BALI E IN INDONESIA e mi sono subito innamorata. Innanzitutto della natura rigogliosa attraversata dal getto di cascate cristalline e poi del sorprendente mondo sottomarino impreziosito da giardini di coralli e popolato da tartarughe giganti.
Uno degli obiettivi che mi sono prefissata con questo blog, è quello di far conoscere i luoghi più belli e inesplorati di questo magnifico paese che è l’Indonesia e nel caso di quest’isola nessuno può farlo meglio di Valentina che oltre ad aver vissuto una quotidianità su Moyo Island, ha ideato e dato vita al progetto del Blue Emocean Resort insieme a suo marito Mauro e sua figlia Alyssa. Ve li presento attraverso un’intervista che parla di Moyo Island e di questo progetto nato da una passione comune. 

Ciao, Valentina e benvenuta! Puoi presentarti?

Certamente! Io mi chiamo Valentina e sono una biologa marina e appassionata di subacquea, mio marito Mauro è un istruttore subacqueo; entrambi siamo amanti della natura, delle sfide e ci piace metterci alla prova e cercare nuove esperienze che ci possano arricchire sia da un punto di vista personale, che lavorativo.
Alyssa, la nostra bimba, è nata in Italia, ma a 4 mesi l’abbiamo portata a Moyo Island, convinti che quello sarebbe stato, in quella fase della sua vita, il posto migliore per crescere: a contatto continuo con la natura, in un ambiente multiculturale e pieno di stimoli…e il tempo ci ha dato ragione, ora è una bimba espansiva, adora stare all’aria aperta ed è in grado di stupirsi di fronte alle piccole cose.
Il Blue emOcean Resort è un piccolo resort letteralmente immerso nella foresta, il primo villaggio dista 4 km. L’unico modo per arrivarci è via mare utilizzando il pontile privato, o via terra, attraversando una piccola strada sterrata, che dal villaggio arriva a noi.
Il Resort ha 6 camere in muratura e, al momento, 1 bungalow vista mare in stile locale, anche se speriamo, un giorno, di aggiungerne altri. Il resort rispecchia la nostra idea di vacanza, poter vivere il meglio del posto senza dimenticare il comfort, per questo tutte le camere hanno l’aria condizionata e un bagno privato con doccia e acqua calda.
Il resort è nato per accogliere soprattutto i subacquei, ma è diventato una meta apprezzata anche dai viaggiatori, che amano stare a contatto con la natura, che cercano il relax e che vogliono vivere l’Indonesia senza i motorini, le centinaia di turisti e l’inquinamento.
Il Resort ha un ristorante, che offre piatti sia indonesiani, che occidentali, una piscina, una spiaggia privata e un pontile.
Inoltre, c’è il centro immersioni, che si dedica non solo ai subacquei, ma anche agli ospiti che amano fare snorkeling e scoprire i fondali che circondano l’isola.
la costa di Moyo island
Moyo Island – ©Massimo Del Conte
Il Blue emOcean Resort

Com’è nata l’idea di questo progetto? Perchè avete scelto Moyo Island?

L’idea di questo progetto è nata dalla voglia di utilizzare le nostre conoscenze per creare qualcosa di nostro, in una destinazione come l’Indonesia, che per noi era la ‘Mecca’. Io, come biologa marina,
avevo per anni studiato e letto di organismi sia terrestri che marini, che vivevano nel Triangolo della Biodiversità. Mauro, amante soprattutto di specie strane e poco conosciute, era assolutamente
innamorato delle immersioni in Indonesia grazie all’immensa varietà che si può trovare sott’acqua, dai meravigliosi cavallucci marini, fino a creature quasi mostruose, ma piene di fascino, come i pesci rana.
A questo punto l’Indonesia era la meta perfetta, peccato che bisognava capire dove iniziare il nostro progetto, e dovevamo scegliere una tra 17.000 isole. Quello che cercavamo era una destinazione
poco conosciuta al turismo, non troppo distante dagli aeroporti internazionali di Bali e Jakarta e che avesse, oltre ad un mare fantastico, anche un entroterra in grado di rispecchiare la bellezza
dell’Indonesia.
Incredibilmente un giorno, per caso, una ragazza ci parlò di Moyo Island. Immediatamente abbiamo organizzato la nostra spedizione e dopo poche ore abbiamo capito che quella era la nostra ultima destinazione e che qui avremmo iniziato il nostro progetto.
 
Il pontile del Blue emOcean Resort

Che difficoltà avete incontrato per la sua realizzazione?

La difficoltà maggiore è sicuramente stata doversi confrontare con un popolo molto diverso da noi.
Avevamo già lavorato in altre parti del mondo, ma l’Indonesia nel bene e nel male rappresenta un mondo totalmente a parte, forse proprio l’essere uno stato arcipelago la rende così unica e a volte difficile.
La frase che per me rappresenta e sintetizza le nostre difficoltà è ‘this is Indonesia’. Queste parole purtroppo, le ho sentite dire dagli stessi indonesiani ogni volta che qualcosa non funziona, sembra
spesso quasi un segnale di rassegnazione. Se il poliziotto chiede una tangente, se una procedura non è chiara, se i bambini gettano le bottiglie in mare o se il tuo vicino di casa brucia l’immondizia, l’unica frase che spesso ci si sente dire è ‘this is Indonesia’.
 

Com’era la vostra vita quotidiana sull’isola?

La nostra vita sull’isola era sicuramente piena, anche se fortunatamente c’era sempre il tempo di guardarsi attorno ed apprezzare il mondo che ci circondava.

Alla mattina controllavamo che tutto fosse in ordine per la colazione. Salutati gli ospiti ci incamminavamo verso il villaggio per rispondere alle email, visto che la connessione internet all’inizio non c’era. Nel pomeriggio ci occupavamo della formazione del personale. La maggior parte del nostro staff infatti, proviene dai villaggi dell’Isola, si tratta di ragazzi spesso con poca educazione, visto che la scuola manca a Moyo, ma che hanno comunque dimostrato la voglia di imparare e di entrare in contatto con un mondo diverso dal loro. Dopo una prima fase di timidezza,
ora iniziano a dire qualche parola di inglese e provano a confrontarsi con gli ospiti.
Finito il training chiaccheravamo con gli ospiti, pensavamo a nuovi progetti o facevamo un’immersione proprio davanti al resort.

I colori del tramonto

Al momento del tramonto c’è il passaggio dei bufali sulla spiaggia, una scena che la nostra bimba non poteva assolutamente perdersi, anche perché verso quest’ora essendo più fresco anche le scimmie diventano più attive e più facili da vedere, mentre giocano o litigano sugli alberi.
Solitamente chi si trova al Blue emOcean verso quest’ora si dirige sul pontile; i colori del tramonto in Indonesia sono inspiegabili, solo chi li ha visti può capire come una cosa così semplice come la fine della giornata, possa rappresentare un avvenimento ogni giorno unico e spettacolare.
L’ora della cena solitamente si passava insieme a chi dormiva al resort, parlando di viaggi, di mete future da scoprire e chiaramente di mare.
Dopo cena io mi prendevo il mio tempo per addormentare Alyssa e per guardare il cielo, uno dei più belli al mondo, grazie all’assenza di luce artificiale, se non le poche luci del resort, al Blue EmOcean è possibile osservare un cielo tempestato di stelle con la via lattea chiaramente visibile.

Tramonti a Moyo Island
Tramonti a Moyo Island – ©Massimo Del Conte

Quali attività è possibile fare a Moyo Island?

Moyo Island è un’isola ricca di natura e di vita. Il mare è pieno di pesci tropicali, è sempre caldo e non ci sono grosse correnti, per questo è perfetto sia per i subacquei esperti che per i neofiti dello snorkeling. La particolarità, oltre alla bellezza del fondale, è ritrovarsi completamente da soli, senza altri turisti, barche o rumori. Purtroppo non è un’esperienza così comune al giorno d’oggi.
Chi non ama il mare può camminare nella natura, avvistare uccelli, scimmie, varani, cinghiali e cervi. Il punto di arrivo del trekking è solitamente una cascata, ce ne sono 3.

Coralli a Moyo Island
Un ventaglio di corallo nei fondali di Moyo Island – ©Massimo Del Conte
Una tartaruga a Moyo Island
Una tartaruga nei fondali dell’isola

Quali sono i posti da non perdere una volta sull’isola?

Come già detto prima, il mare e le cascate. La cascata più bella e famosa è
sicuramente Mata Jitu , chiamata anche la cascata di Lady Diana, in quanto la principessa visitò l’isola molti anni fa.
Questa cascata è molto particolare, sembra disegnata da un’artista giapponese, i suoi terrazzamenti perfetti la rendono unica e sorprendente. La sensazione che si prova quando ci si arriva è di totale pace, grazie alla trasparenza dell’acqua, ai colori della foresta e alla moltitudine di farfalle che si trovano vicino alle sue acque.
Per chi ama entrare in contatto non solo con la natura, ma anche con la gente del posto; partendo dal nostro resort è possibile raggiungere i due villaggi di Brang Rea e di Labuan Aji.
A differenza di altre parti dell’Indonesia, questi villaggi pur essendo molto rurali, sono piuttosto puliti e dignitosi. La popolazione locale è molto gentile e sorridente, molto spesso i nostri ospiti vengono invitati a casa per una tazza di caffè. La maggior parte delle persone di Moyo sono di
religione musulmana, ma a differenza di quello che uno può pensare, pur vivendo quasi isolati dal mondo, sono molto aperti e tolleranti.

A chi ha più tempo consiglio anche l’isola di Satonda. L’isola si raggiunge con una navigazione di circa un’ora e mezza ed è assolutamente una delle peculiarità della zona. Satonda è piccola, circondata da un giardino di corallo e con all’interno un lago di origine vulcanica. Inoltre, è spesso possibile avvistare le volpi volanti sulla via del ritorno, nell’area dei mangrovieti.

Moyo Island
L’entroterra di Moyo Island
Moyo Island
La vita autentica nei villaggi tradizionali di Moyo Island

Come si raggiunge il vostro resort?

Trattandosi di una località esclusiva e non molto conosciuta ai turisti, arrivarci richiede un po’ di organizzazione, ma alla fine non è poi così difficile. L’aeroporto di riferimento è quello di Sumbawa Besar, collegato con Lombok, quindi facilmente raggiungibile sia da Bali che da Jakarta.
Una volta arrivati a Sumbawa si può utilizzare la barca pubblica o richiedere un trasporto privato.

Una guida esaustiva su come raggiungere Moyo Island e il Blue EmOcean Resort si può trovare al seguente link: Come arrivare a Moyo Island

Qual’è il periodo migliore per visitare Moyo Island?

Il clima di Moyo è molto simile a quello di Bali, anche se molto più secco. Da evitare assolutamente il periodo delle piogge che va da metà gennaio a metà marzo. Piogge sporadiche di un paio d’ore ci possono essere fino ad aprile e da inizio novembre. Si tratta comunque di acquazzoni che solitamente non compromettono la vacanza.

Ci sono particolari accortezze da mettere in pratica prima di arrivare sull’isola?

Non ci sono particolari accortezze, l’isola seppure selvaggia risulta sicura, le zanzare sono numerose nei villaggi, ma non nel Resort. Consiglio comunque, sempre di portare con se un antizanzare. Perfetti anche quelli naturali che vendono nei supermarket in Indonesia.
Per chi vuole visitare l’Isola in autonomia, consiglio di seguire i sentieri e informarsi prima, una guida locale è spesso la migliore soluzione per divertirsi senza rischi.
Sull’isola non ci sono supermercati, quindi per chi ha esigenze particolari, come intolleranze o allergie è sempre meglio avvisare in anticipo in modo da permettere alla struttura di organizzarsi.

Grazie, Valentina per aver condiviso la tua esperienza sul mio blog! 

Adesso che avete conosciuto Moyo Island, non potete che innarmorarvene anche voi come me! Vi lascio tutti i contatti utili:

Blue emOcean Resort & Dive Center

RT 002, RW 003, Brang Rea, Moyo Island
+62.823.400.935.43
info@bluemoceanresort.com

Verifica prezzi e prenota su Booking

 

moyo island

La piscina del Blue emOcean
Una camera del Blue emOcean

Aggiungi altre tappe nei dintorni di Moyo Island: 

lombok

VAI ALLA GUIDA

da lombok a sumbawa

SCOPRI I PREZZI

flores e komodo

LEGGI L’ITINERARIO



Booking.com



Benvenuti!

Mi chiamo Simona e viaggio in Indonesia dal 2010. Ho vissuto nelle isole di BaliJava, dove mi sono sposata con un ragazzo di Jakarta. Sono una designer, appassionata di fotografia e buon cibo. Una delle cose che amo di più durante i miei viaggi è esplorare luoghi fuori dal sentiero battuto e immergermi nella cultura locale.

LEGGI LA MIA STORIA



Condividi questo articolo

VUOI CHIEDERMI ALTRE INFORMAZIONI, HAI DELLE CURIOSITA’ O VUOI SUGGERIRE QUALCHE AGGIORNAMENTO INTERESSANTE? SCRIVIMI PURE QUI NEI COMMENTI:

Lascia un commento

Ti aspetto su Instagram per altre foto dei miei viaggi in Indonesia!