LA STORIA

Com’è nato Viaggio in Indonesia

Viaggio in Indonesia – La mia storia
L’INCREDIBILE STORIA DI UN VIAGGIO

Mi chiamo Simona e ho iniziato a viaggiare in Indonesia nel 2010. Ho vissuto per un periodo di tempo a Bali e a Jakarta, nell’isola di Java. Ho sempre viaggiato, da che ho memoria e sono sempre rimasta affascinata dai racconti sull’Asia ma ci pensavo due volte prima di intraprendere delle traversate così lunghe. Non mi sono mai ritenuta infatti una persona particolarmente avventurosa. Sono pigra, soffro il mal di mare, odio gli aerei e metto sempre gli abiti sbagliati eppure l’entusiasmo e la curiosità del mondo mi hanno trascinato in un’avventura incredibile! Ho scalato vulcani, mi sono tuffata nelle onde dell’oceano, ho affrontato viaggi interminabili su autobus scardinati e navigato su barche incerte bilanciate alla meno peggio da skipper occasionali, a volte adattandomi alla mancanza di acqua corrente ed elettricità, affrontando l’impatto emotivo con una metropoli di cui non riuscivo a comprendere l’orizzonte, scontrandomi spesso con delle realtà dure. E questo è solo l’inizio dell’incredibile storia che mi lega all’Indonesia.

LA PARTENZA

Il 16 luglio del 2010 ho chiuso la zip di una valigia rossa e sono partita da sola per uno degli appuntamenti al buio più lontani che si possano immaginare. La persona che dovevo incontrare si trovava ad appena 11,085 km di distanza da Milano. A Jakarta, la gigantesca capitale di un paese che avevo fino ad allora visto solo su una cartina geografica e di cui sapevo ben poco. Questo paese era l’Indonesia, adesso la mia seconda casa.

Otto mesi prima avevo conosciuto, su un social network, un ragazzo di Jakarta che mi aveva colpito per le sue illustrazioni e per le sue composizioni di musica elettronica. Eravamo rimasti in contatto quotidiano anche se con mille difficoltà: gli sms e le telefonate erano molto complicate e spesso non funzionavano, la chat era allora disponibile solo da PC. Le spedizioni di pacchi postali con i relativi regali di compleanno ci avevano messo 1 o 2 mesi ad arrivare a destinazione e via dicendo.
Quel giorno la Emirates festeggiava l’inaugurazione del suo nuovo airbus A380 e offrì da bere a tutti nella hall dell’aeroporto. Bene, mi dissi ‘questo è di sicuro un buon inizio’ ed è qui infatti che comincia la storia del mio viaggio in Indonesia.

La pergamena celebrativa della Emirates
La pergamena celebrativa della Emirates
Viaggio in Indonesia – La mia storia

 

IL VIAGGIO IN INDONESIA

Sono arrivata all’aeroporto di Jakarta alle 3 di notte, con circa 10 ore di ritardo. Il secondo aereo, infatti, a causa di un guasto tecnico era tornato indietro a metà traversata.
Rizky era lì che mi stava aspettando, da un tempo infinito, dietro la porta degli arrivi. Ancora oggi, ricordo chiaramente la paura e l’emozione che mi hanno spinto verso quella porta scorrevole. Il mio primo passo verso l’uscita è stato come tuffarsi da un trampolino di 10 metri, per me che soffro di vertigini!
Dopo l’incontro abbiamo viaggiato per un mese in Indonesia, via terra a e mare, senza programmi e senza un itinerario prestabilito, senza alloggi prenotati e a volte con mezzi di fortuna. 

Dopo 31 giorni di viaggio lasciavo l’Indonesia, con la sensazione di uno strappo e senza sapere che non sarebbe finita lì. Anzi che quello sarebbe stato solo l’inizio.

Al mio rientro in Italia, la prospettiva della mia vita e la mia visione del mondo e di me stessa erano cambiati. L’Indonesia mi aveva permesso di guardarmi indietro, verso quella che era stata la bolla confortevole della mia vita ad allora. 

Bromo e Lombok: alcune tappe del nostro primo viaggio on the road
Bromo e Lombok: alcune tappe del nostro primo viaggio on the road
I giorni a Bali e alle Gili islands
I giorni a Bali e alle Gili islands

IL FIDANZAMENTO A MARRAKECH

Due anni e varie peripezie dopo, ci siamo dati appuntamento all’aeroporto di Casablanca, in Marocco. Lì, ci siamo rivisti all’improvviso nella fila del controllo immigrazione mentre preparavamo i nostri passaporti per il timbro di ingresso nel paese. Dopo due giorni a Casablanca, siamo saliti su un treno per Marrakech e durante il nostro soggiorno in un riad della medina, sotto la bellissima luce bianca di questa affascinante città, abbiamo deciso di sposarci. 

Eccomi in un riad di Marrakech con l'anello di fidanzamento e un tatuaggio all'hennè
Eccomi in un riad di Marrakech con l’anello di fidanzamento e un tatuaggio all’hennè
Le rose marocchine dopo il nostro incontro
Le rose marocchine dopo il nostro incontro

IL MATRIMONIO A JAKARTA

Il 24 agosto di quell’anno ci siamo sposati a Jakarta, con un matrimonio in stile javanese. In quella torrida giornata estiva, si concludeva finalmente una lunga storia a distanza, portata avanti fra tante difficoltà e iniziava un nuovo capitolo delle nostre avventure! Per l’occasione abbiamo indossato i classici abiti da cerimonia javanesi: io il ‘kebaya’ in pizzo, un soprabito aperto sul davanti abbinato a un ‘songket’, un pareo rettangolare color porpora realizzato con una tessitura tradizionale. Rizky invece una camicia ‘batik’, il capo delle occasioni formali. 

Lo scambio delle fedi a Jakarta
Lo scambio delle fedi a Jakarta
Il matrimonio javanese con il  kebaya  in pizzo ricamato
Il matrimonio javanese con il kebaya in pizzo ricamato

IL NOSTRO TEAM INTORNO AL MONDO 

Vi presento la nostra famiglia oggi! Siamo in quattro: Io, Rizky, Lara e l’ultima arrivata Stella. Siamo tutti appassionati viaggiatori e viviamo fra l’Italia e l’Indonesia
Il nome della nostra prima figlia Lara è dedicato al tempio di Prambanan, chiamato anche tempio di Lara Djonggrang, la leggendaria principessa del regno di Boko. In ricordo di una delle tappe più belle di quel mio primo viaggio in Indonesia. 

Lara e Stella: le esponenti di spicco del team!
Lara e Stella: le esponenti di spicco del team!
Viaggio in Indonesia – La mia storia

Se avessi visto il mio futuro, alcuni anni fa, non avrei mai creduto che questa sarebbe diventata la mia vita. Ogni tanto è bello guardarsi indietro a ricordare tutte le cose che io e Rizky siamo riusciti a realizzare e i grandi ostacoli che abbiamo superato insieme, come durante il nostro primo viaggio in Indonesia.

Ricordo ancora chiaramente il giorno in cui guardavo dalla finestra, persa nel grigiore di un cielo metallico invernale e realizzavo che quella non era la mia vita e che c’era altro che mi stava aspettando. 

Questa storia e questo blog sono dedicati alle mie figlie Lara e Stella, in modo che possano sempre sapere da dove sono arrivate. E dove è iniziata la loro storia.

Viaggio in Indonesia – La mia storia

 

Viaggio in Indonesia – La mia storia

Benvenuti!

Mi chiamo Simona e viaggio in Indonesia dal 2010. Ho vissuto nelle isole di BaliJava. Sono una designer, appassionata di fotografia e buon cibo. Una delle cose che amo di più durante i miei viaggi è esplorare luoghi fuori dal sentiero battuto e immergermi nella cultura locale. 

La mia missione è farvi scoprire quanto più possibile di questa affascinante terra.        La mia seconda casa. 

 

Altri Articoli

 

 

Altri Articoli

 

 

Condividi questo articolo

VUOI CHIEDERMI ALTRE INFORMAZIONI, HAI DELLE CURIOSITA’ O VUOI SUGGERIRE QUALCHE AGGIORNAMENTO INTERESSANTE? SCRIVIMI PURE QUI NEI COMMENTI:

10 Comments

  1. Avatar jessica
    09/04/2019 @ 13:44

    Posso dire che la tua storia mi ha profondamente commossa. Questo dimostra che prendendo il coraggio a due mani nonostante le mille incertezze, tutto su può realizzare. Complimenti davvero

    Reply

    • Avatar Simona Warnerin
      09/04/2019 @ 14:30

      Grazie per il tuo commento, Jessica! 🙂 Prima di affrontare quel viaggio non avevo mai pensato di essere in grado di fare una cosa del genere, non sapevo ancora così tante cose su me stessa..

      Reply

  2. Avatar veronica
    11/04/2019 @ 13:49

    bellissima storia, mi hai fatto scendere una lacrimuccia. l’amore è veramente un motore pazzesco… complimenti per le bimbe!

    Reply

    • Avatar Simona Warnerin
      11/04/2019 @ 13:53

      Grazie, Veronica! 🤗 È una storia che mi emoziona ancora nonostante il tempo passato! Qualcosa che mai avrei immaginato potesse accadere nella mia vita!

      Reply

  3. Avatar Marco
    14/04/2019 @ 19:09

    Complimenti Simona! Che bella avventura che hai iniziato! Che il seguito sia anche più bello! Ciao

    Reply

    • Avatar Simona Warnerin
      15/04/2019 @ 14:34

      Grazie Marco!! 🤗 Spero che anche le mie bimbe si innamorino dell’Indonesia come me e proseguano il nostro viaggio!

      Reply

  4. Avatar Antonella
    29/06/2019 @ 22:48

    Che bella storia Simona, è davvero emozionante, un messaggio di speranza e di VITA vera, non ti sei accontentata di qualcosa che non ti bastava…e complimenti per le tue bellissime bimbe 😊.
    Grazie per aver condiviso la tua storia e per aver creato questo sito e la pagina facebook…sono davvero risorse impareggiabili!

    Reply

    • Avatar Simona Warnerin
      02/07/2019 @ 15:53

      Ciao Antonella!! Grazie di cuore per le tue parole e i tuoi complimenti! ❤ Hai compreso perfettamente che quello che mi mancava era proprio vivere la vita nel pieno della sua essenza! Un saluto e un grazie anche dalle due piccole!! 😊

      Reply

  5. Avatar Stefano
    24/07/2019 @ 00:26

    Parto per l’Indonesia tra due giorni (giacarta, yogyakarta, Bali, Gili e lombok), non so ancora cosa succederà ma sono grato per essere inciampato (e forse non per caso) nel tuo blog per partire già con così tanta emozione nel cuore. Mi incoraggia molto leggere le tue parole. Grazie per questo spazio che ci regali. Seguirò i tuoi consigli e continuerò a seguirti.

    Reply

    • Avatar Simona Warnerin
      24/07/2019 @ 03:17

      Caro Stefano, grazie a te per questo bellissimo commento! Ti auguro un viaggio entusiasmante! Se poi vorrai, mi farà piacere ricevere le tue impressioni una volta concluso! A presto!! 🙂

      Reply

Lascia un commento

Ti aspetto su Instagram per altre foto dei miei viaggi in Indonesia!