Skip to content

IL SUD DI BALI: SANUR

Sanur, un lungomare tranquillo dove il tempo scorre lentamente

Il lungomare di Sanur.
La placida vista del mare di Sanur

SANUR

Sanur è una delle destinazioni storiche di Bali, si può dire che da qui sia partito l’impulso allo sviluppo turistico dell’isola. Proprio in quest’area infatti nel 1963 fu costruito uno dei primi alberghi: il Bali Beach Hotel, su volere del presidente indonesiano Sukarno nel 1963.

Capire Sanur

L’area di Sanur è caratterizzata da una lunga litoranea sabbiosa di circa 7 km sulla costa est di Bali. Le zone di questa litoranea non sono tutte uguali, quindi occorre fare molta attenzione all’altezza in cui si sceglie di soggiornare.

Osservate la mappa di Bali con attenzione e segnatevi questo punto: la parte più bella di Sanur è all’altezza e nei dintorni del Resort Maya Sanur, dove c’è la spiaggia di Sanur. Scendendo verso il sud da questo punto, la zona diventa sempre più turistica e caotica, mentre salendo verso il nord, le spiagge sono più selvatiche e trascurate. 

Il lungomare e la parte interna di Sanur sono divise da una strada piuttosto grande e un pò trafficata dal nome di Jalan Danau Tamblingan. In questa area interna, la parte più carina e tranquilla è quella vicino alle Katala Villas

La statua di Ganesha a Sanur.
Una sgargiante statua di Ganesha
Lara e Stella nelle stradine di Sanur.
Stradina all’altezza del Resort Maya
Villeta a Sanur.
Gli ombrellini sacri balinesi

L’atmosfera di Sanur

L’atmosfera di Sanur è tranquilla e spensierata, specie nell’area centrale, più calma e con meno gente rispetto alla zona più vicina a Kuta. Qui l’approccio con il turismo internazionale risente di una lunga esperienza e non è improvvisato come in altre zone di Bali.

Sanur è una meta molto comoda anche per la grande quantità di servizi offerti: pizzerie, ristoranti, bar e supermercati internazionali, parrucchieri, barbieri, spa, negozi per lo shopping. 

Negli ultimi tempi questa cittadina è diventata una destinazione un pò più di massa, ma conserva sempre un suo fascino tradizionale e mistico. Lungo le sue strade, infatti, non sarà difficile imbattersi in misteriosi templi marini, suggestive funzioni religiose e i classici simboli induisti come le variopinte offerte deposte con grazia sulla sabbia. 

Un'offerta sulla spiaggia di Sanur.
Un’offerta su una spiaggia di Sanur
Un homestay a Sanur.
Il tempio di famiglia di un homestay
Stella si rilassa su una sdraio di Sanur.
Stella si rilassa a bordo piscina

Per chi è adatta Sanur?

Sanur è adatta per le vacanze in famiglie con bambini, per le coppie in luna di miele e per chiunque voglia ‘decomprimersi’ con una pausa rilassante e avendo tutto a portata di mano.

Passeggiare o andare in bicicletta sulla riva del suo mare, instilla un vero e proprio senso di pace e serenità. Specialmente di prima mattina, grazie ai colori tenui del suo oceano e al delicato sciabordio delle onde.

Il mare di Sanur è infatti una delle rare eccezioni di Bali ed è calmo, tiepido e balneabile. I bambini possono quindi intrattenersi a riva, bagnarsi e giocare con gli aquiloni. Inoltre, a differenza di altre destinazioni, qui esiste una lunga stradina pavimentata pedonale, molto comoda per passeggiare con i bambini o con i passeggini e per andare in bicicletta. 

Lara su una sdraio in un resort di Sanur.
L’atmosfera spensierata di Sanur
Lara e Stella passeggiano sul lungomare di Sanur.
Un jukung decorato
Stella corre sul lungomare di Sanur.
La stradina del lungomare
Lara e Stella sulla spiaggia di Bali.
La spiaggia di Sanur

Dove alloggiare a Sanur

Ma quindi, dove alloggiare a Sanur? Dipende dalle vostre esigenze.

  1. Se scegliete Sanur solo come punto di partenza per le fastboat per visitare le isole adiacenti come le Nusa o le Gili, vi conviene naturalmente un punto di appoggio vicino al porto. In questo caso vi consiglio un hotel come il Tropical Bali Hotel, a 10 minuti di auto dal porto. 
  2. Se invece volete passare del tempo in quest’area rilassante, vi consiglio di alloggiare nella fascia di costa centrale, dove la spiaggia è più bella e c’è una vasta disponibilità di ristoranti, pizzerie, negozi e hotel per ogni budget. Sia sulla costa che nelle stradine all’interno. 

    Sanur ha la fama di essere una costosa località di resort, ma non è così. Se viaggiate con un budget ridotto potete trovare facilmente anche graziose guesthouse e homestay come la Puri Kesari Guesthouse. Vi segnalo altri link utili di hotel e resort nella zona migliore:

Andaz Bali

SCOPRI DI PIU’
COSA VEDERE E FARE A SANUR

1. RILASSARSI IN SPIAGGIA

Come già accennato, la parte più bella della costa di Sanur è quella nei dintorni del Resort Maya Sanur. Qui è possibile trovare anche le spiagge migliori. 

Molte fasce di queste spiagge sono occupate dai resort, che mettono a disposizione solo degli ospiti ombrelloni e lettini privati. Tuttavia esistono anche tratti di spiaggia gestiti da warung locali dove è possibile affittare un ombrellone e due sdraio per Rp. 150,000 al giorno (circa 8 euro). Se invece volete spendere la giornata in modo più movimentato, potete giocare a beach volley, prenotare una lezione di surf (circa Rp. 550,000) o noleggiare una canoa (Rp. 100,000) dai ragazzi sulla spiaggia.

Lettini in spaiggia a Sanur.
I lettini a noleggio nei warung
Lara e Stella si tengono per mano davanti al campetto di beach volley a Bali.
Il campetto di beach volley
L'acqua cristallina di Sanur.
Il mare calmo e cristallino di Sanur
Lara davanti ad una serie di surf in fila.
E’ possibile prendere lezioni di surf
Una mattina in riva al mare a Sanur, Bali.
Ecco come si presenta il mare di Sanur al mattino
Bassa marea sulla spiaggia di Sanur.
Il mare durante la bassa marea

Se non siete interessati ad affittare un lettino, è possibile sdraiarsi all’ombra di grandi alberi con il proprio asciugamano. Uno dei grandi alberi è vicino all’hotel Andaz Bali, lo riconoscerete subito perchè ha un’altalena di legno annodata ad uno dei forti rami. 

Alberi sul lungomare di Sanur.
La zona con i grandi alberi ombrosi

Il mare di Sanur, risente leggermente delle maree e non è sempre uguale durante l’arco della giornata. Nei giorni di sole, verso la tarda mattinata, se siete fortunati potrete godere di acque cristalline azzurre e calme. La spiaggia tuttavia ha due difetti: il primo sono i cosidetti ‘jukung’, ovvero le barche tradizionali, ancorate a riva, che potrebbero dare fastidio a chi ama nuotare liberamente e il secondo sono le alghe che si presentano ognitanto a riva. Sia come pianticelle in acqua che secche a riva, trasportate dalle onde. 

Un jukung nel mare di Bali.
In riva ci sono i jukung colorati e i residui di alghe

Equipaggiarsi per la spiaggia di Sanur

2. ANDARE IN BICICLETTA SUL LUNGOMARE

A Sanur c’è una stradina lastricata che costeggia tutto il lungomare, in cui è possibile andare in bicicletta o a piedi. Cosa abbastanza rara per Bali, che ha comunemente marciapiedi dissestati o semplici strade senza spazio per i pedoni.

Questa stradina è comodissima per spostarsi in modo indipendente senza doversi sorbire il fastidio del traffico, specialmente se siete in compagnia di bambini, che qui possono correre e muoversi liberamente. Fate solo attenzione alle corsie: una chiara segnaletica stradale indica la sezione dedicata ai pedoni, ovvero ‘pejalan kaki’ e quella alle bici, ‘jalur sepeda‘. La pista ciclabile di Sanur si estende per 5 km e le biciclette si possono noleggiare in loco. 

Lara, Stella e Rizky passeggiano sul lungomare.
La comoda passerella pedonale
Segnaletica.
Segnaletica per pedoni e bici
Una ragazza in bicicletta sul lungomare di Sanur.
La pista ciclabile di 5 km.

3. FAR VOLARE UN AQUILONE 

In alcune ore del giorno, a Sanur si alza il vento, non un vento forte e fastioso, più una calda e leggera brezza di mare, sufficiente tuttavia per poter alzare gli aquiloni. Se avete come me dei bambini, non potete perdervi l’opportunità di farli giocare in riva al mare con un aquilone balinese a forma di colorato vascello! Mia figlia Lara ne è appassionata e spesso i venditori sono disponibilissimi a insegnare ai bambini come farli volare. 

Inoltre, ogni anno a luglio, sulla spiaggia di Padang Galak, si svolge il festival internazionale degli aquiloni: il Bali Kite Festival. Gli aquiloni giganti sono una tradizione di Bali, possono essere lunghi fino a 10 metri. Il festival raduna appassionati provenienti dai villaggi di tutta l’isola. 

Lara e Stella con un aquilone a Bali.
L’aquilone vascello di Lara
Lara in spiaggia con un aquilone.
Il pomeriggio si alza il vento
Lara gioca con un aquilone sulla spiaggia di Sanur.
In spiaggia con l’aquilone
Lara e Rizky fanno volare un aquilone in riva al mare a Bali.
Lara e Rizky fanno volare gli aquiloni

4. FARE UN TOUR DI BALI CON SNORKELING

Ad un’ora di auto distanza verso il sud di Sanur sorge lo spettacolare tempio di Uluwatu, non perdete l’occasione per visitarlo in giornata e assistere alle performance di danza tradizionale nel suo anfiteatro. Vi consiglio quindi sicuramente di organizzare un tour con guida in quest’area. Altre informazioni utili su questa pagina dedicata alla zona di ULUWATU.

Se invece siete appassionati di snorkeling, è una buona idea abbinare ad un tour della costa est, poco sopra Sanur, una gita in barca con snorkeling nella baia di Padangbai e Blue Lagoon. Più informazioni su questi spot nella pagina: SNORKELING E IMMERSIONI A BALI. Per prenotare i tour invece potete fare riferimento all’agenzia locale Temu Tamu con guide in italiano e inglese qui di seguito i link. 

TOUR DI ULUWATU

SCOPRI DI PIU’

TOUR CON SNORKELING

SCOPRI DI PIU’

TOUR DEL TANAH LOT

SCOPRI DI PIU’

5. ESPLORARE IL LUNGOMARE AL TRAMONTO

Esplorare la sera il lungomare di Sanur è un’esperienza per certi versi curiosa. Salendo verso la zona nord, dopo il Parigata Resort & Spa, vi è un susseguirsi di ville tradizionali balinesi, eleganti complessi di design, bar e suggestivi ristoranti sulla spiaggia con mille lucine ondeggianti nella brezza. 

Su tutto aleggia una particolare atmosfera mistica, che solo occhi e orecchie attenti riescono a cogliere. Non è raro imbattersi in funzioni religiose serali, come quelle a cui ci è capitato di assistere presso il tempio dall’aura magica del Pura Tanjung Sari o scovare originali creazioni di fattura primitiva, messi insieme con di gusci di cocco, coralli e conchiglie. 

Io passeggio vicino ad un altare votivo.
Un altare votivo fatto di coralli
Un ingresso di casa tradizionale.
Ingressi misteriosi
Coralli.
Dettaglio dei coralli
Un altare fatto di coralli in riva al mare a Bali.
Il curioso altare dall’estetica primitiva

6. MANGIARE IN RIVA AL MARE

Una delle cose che amo di più di Sanur sono i ristoranti in riva al mare. Ce ne sono per tutti i gusti con cucina locale e internazionale, con opzioni vegane e gluten free. Nei ristoranti sul lungomare i prezzi sono più alti dei classici standard indonesiani e spesso è aggiunto a parte il costo del servizio (10 o 20%). 

Tra i locali che abbiamo provato ultimamente per pranzi e cene fronte spiaggia ci sono il Soul on the Beach, un simpatico tapas bar e il Fisherman’s Club, con cucina internazionale. Nella parte interna di Sanur, la Bread Basket Bakery per la colazione in stile italiano (cappuccino, brioche e dolci anche gluten free) e il Warung De Naksa per quella in stile indonesiano.

Mie Goreng.
Colazione locale con Mie Goreng
Banana pancake.
I banana pancake balinesi
Baracchino di noci di cocco.
Baracchino di noci di cocco fresche
Un ristorante in riva al mare a Sanur.
I ristoranti in riva al mare di Sanur

Se vi manca il cibo italiano, una delle pizze più buone di Sanur, cotta nel forno a legna in un ambiente molto piacevole e curato, è il Pizzaria. Oltre alla pizza, qui la scelta è abbastanza vasta, vi consiglio anche i succhi di frutta fresca e i piatti di pasta come le ottime linguine ai frutti mare. A parte è possibile richiedere anche un menù bambini. Sbirciando fra i tavoli, è possibile riconoscere anche qualche attore e personaggio della tv indonesiana! Un altro caposaldo locale poi è il Massimo Italian Restaurant

Un succo di ananas.
Succo di frutta fresco all’ananas
Un piatto di linguine.
Le squisite linguine del Pizzaria
Una pizza margherita tagliata a spicchi.
La margherita del Pizzaria

Se invece amate lo street e l’autentica cucina locale (testata e approvata da mio marito indonesiano) non potete perdere il Sindhu Night Market, un mercato notturno alla fine di Jalan Danau Tamblingan. Tra i piatti migliori assaggiati qui vi suggerisco le ‘bakso‘, ovvero le polpette con il brodo e il contorno di tofu. 

Altri ristoranti suggeriti dalla nostra community su Instagram: il Cafe Kesuma, il Lila Warung, il Cork Bistro & Wine Bar, il Three Monkeys, il Warung Mak Beng, il Malaka Secret Home e il The Hive.

7. VISITARE LE ISOLE DI NUSA LEMBONGAN E PENIDA

Da Sanur partono giornalmente fast boat che in 30 minuti vi possono portare nelle vicine Nusa Lembongan, Nusa Ceningan e Nusa Penida. Qui, oltre a viewpoint mozzafiato, troverete posti dove fare surf, tour in barca fra le mangrovie, snorkeling con le mante e immersioni. Le fastboat si possono prenotare online, a questo link potete consultare gli orari e le tariffe delle principali compagnie che gestiscono questa tratta e prenotare il posto: BIGLIETTI PER LE FASTBOAT: BALI – NUSA PENIDA

Altri articoli utili:

ISOLE GILI

SCOPRI DI PIU’

NUSA PENIDA

SCOPRI DI PIU’

tropical bali hotel

SCOPRI DI PIU’

Tandjung Sari Hotel

SCOPRI DI PIU’

Benvenuti!

Mi chiamo Simona e viaggio in Indonesia dal 2010. Ho vissuto nelle isole di BaliJava. Sono una designer, appassionata di fotografia e buon cibo.

Una delle cose che amo di più durante i miei viaggi è esplorare luoghi fuori dal sentiero battuto e immergermi nella cultura locale. 

LEGGI LA MIA STORIA

Condividi questo articolo

VUOI CHIEDERMI ALTRE INFORMAZIONI, HAI DELLE CURIOSITA’ O VUOI SUGGERIRE QUALCHE AGGIORNAMENTO INTERESSANTE? SCRIVIMI PURE QUI NEI COMMENTI:

Lascia un commento

Ti aspetto su Instagram per altre foto dei miei viaggi in Indonesia!