TAXI, AUTISTI E DRIVER 

I prezzi, come scegliere quelli giusti ed evitare le truffe

Taxi, autisti, driver in Indonesia e a Bali, un taxi azzurro del gruppo Bluebird
I taxi della Bluebird, sono azzurri con un piccolo logo romboidale
PRENDERE UN TAXI

I taxi in Indonesia sono molto più economici dei paesi occidentali. Con i taxi è possibile fare viaggi anche fuori dai centri cittadini, per esempio a Bali i taxi sono un servizio che copre tutta l’isola e a Java uniscono alcuni aeroporti a città o porti. Valutate quindi anche quest’alternativa per gli spostamenti. Prima di prendere un taxi però, fate molta attenzione per non incorrere in spiacevoli trucchi e trabocchetti. La compagnia più affidabile di taxi e che quindi vi consiglio è la Blue Bird. Se volete farvi un’idea, queste sono le tariffe generali:

  • Il tassametro parte da Rp. 7,000
  • Il prezzo al chilometro va da Rp. 6,500 a Rp. 10,000
  • Prezzo di attesa per ora è di Rp. 40/50,000

I luoghi dove la maggior parte dei visitatori vengono in contatto la prima volta con i taxi sono l’aeroporto Soekarno Hatta di Jakarta e l’ aeroporto Ngurah Rai di Bali. Prenderò quindi in considerazione questi due punti per darvi qualche indicazione utile. 

JAKARTA

Regola fondamentale appena arrivati in aeroporto, è quella di non accettare mai il trasporto taxi offerto da intermediari.  Le compagnie autorizzate a gestire i servizi di trasporto taxi in aeroporto dispongono di propri banchi e sportelli (come la Blue Bird Group). I loro rappresentanti indossano uniformi con un badge d’identità. Qui potete prenotare il vostro taxi. Dall’aeroporto Soekarno-Hatta al centro città (Monumen Nasional), con un traffico normale, aspettatevi di pagare intorno alle Rp. 150,000.

Una volta in città, i taxi possono si possono trovare nelle “pangkalan” ovvero code di taxi, all’uscita dei centri commerciali e degli alberghi, o per strada.

BALI

Il servizio taxi dell’aeroporto di Bali è gestito da una cooperativa convenzionata con l’aeroporto stesso, quindi il servizio della compagnia Blue Bird non è direttamente disponibile. Per prenotare un taxi convenzionato con l’aeroporto potete recarvi al banco ufficiale all’arrivo. Questi taxi convenzionati offrono il servizio di trasporto a prezzi maggiorati rispetto alle normali tariffe vigenti e nella maggior parte non mettono in azione il tassametro, offrendo un prezzo forfettario molto alto. Se volete, potete accettare lo stesso il servizio contrattando però il prezzo. Se invece siete decisi a prendere un taxi della Blue Bird dovete uscire dall’area degli arrivi internazionali, situata al piano terra e salire la scala mobile fino al livello 3, che è il piano delle partenze dove i tassisti Blue Bird effettuano i drop off dei clienti. Quindi aspettare che i clienti scendano e avvicinarvi al taxi. Un’alternativa è contattare un driver privato oppure concordare a priori il pick up con il vostro hotel, a conti fatti potrebbe valerne la pena. 

Per farvi orientare, vi riporto qui di seguito le tariffe indicative di un taxi dall’ aeroporto alle maggiori destinazioni turistiche di Bali. 

  • Aeroporto Ngurah Rai – Ubud Centro: Rp. 250/300,000
  • Aeroporto Ngurah Rai – Kuta, Legian, Seminyak: Rp. 50,000/100,000
  • Aeroporto Ngurah Rai – Uluwatu: Rp. 170,000
  • Aeroporto Ngurah Rai – Nusa Dua/Sanur: Rp. 130,000
  • Aeroporto Ngurah Rai – Padangbai; Rp. 400,000
CONSIGLI FINALI
  1. Prestate attenzione all’aspetto dei taxi. La maggior parte dei taxi indonesiani assume una combinazione di colori blu/azzurro, per imitare i taxi della Blue Bird. Addirittura i privati camuffano le loro auto con questo colore e finti logo per dare la parvenza di taxi affidabili. Non sottovalutate la creatività indonesiana e accertatevi che sia un taxi ufficiale. 
  2. Portate con voi una mappa per seguire il percorso oppure scaricate un’applicazione come Google Map o Waze. Segnate sempre l’indirizzo del luogo che volete raggiungere su un bigliettino oppure portate con voi una brochure o un biglietto da visita dell’hotel o del ristorante da sottoporre al conducente, non tutti i tassisti in Indonesia parlano inglese. 
  3. Prima di salire, munitevi di banconote di piccolo taglio onde evitare problemi con il resto.
  4. Controllate che il tassametro sia attivo e che sul cruscotto siano presenti i dati del guidatore e il numero identificativo del taxi. Quindi prendete nota. Potrebbe servirvi sia in caso di smarrimento oggetti all’interno del veicolo che di un eventuale reclamo da fare alla compagnia. Se il tassista non vi convince, ascoltate il vostro sesto senso e prendete un altro taxi.
  5. Scendete dal lato sinistro del veicolo. 
  6. Se volete che il tassista rallenti, usate questa frase: “pelan-pelan saya pak”.

Vi lascio i contatti del gruppo Blue Bird, sul sito potete memorizzare il logo e l’aspetto del taxi, accedere ai vari servizi o scaricare l’app.

Sito Web: www.bluebirdgroup.com
Prenotazione Taxi Online: https://reservation.bluebirdgroup.com
APP. My Bluebird: www.bluebirdgroup.com/my-blue-bird
Customer Service: customercare@bluebirdgroup.com

La compagnia di taxi Blue Bird ha anche una flotta di vetture executive, la Silver Bird. Le tariffe della Silver Bird sono superiori ai normali taxi Bluebird. Il contatore inizia a Rp 15.000. Il personale è qualificato e parla inglese. 

AFFIDARSI A UN DRIVER

Affidarsi a un driver è sempre un’ottima scelta, specialmente per chi ha poco tempo o viaggia con bambini  al seguito. Gli autisti privati in Indonesia non sono un lusso come nei paesi occidentali e hanno prezzi decisamente contenuti. In più sono amichevoli, pazienti e comprensivi. La cifra giornaliera sia aggira sulle Rp. 600/700,000 ovvero 35/40 euro al giorno per macchina intera (3-4 persone). Alcuni driver padroneggiano senza problemi anche la lingua italiana e in questo caso il prezzo si alza sui 60 euro (sempre per macchina intera al giorno). Di solito la lingua parlata resta comunque l’inglese, specialmente nelle isole indonesiane che non siano Bali. 

Ci sono servizi di driver anche per famiglie con minivan e minibus che offrono inclusi nel prezzo o a noleggio i seggiolini auto per i bambini. Il prezzo giornaliero totale (e quindi da dividere per i partecipanti) di un driver di minivan da 6 posti si aggira sempre sulle Rp. 800,000 (circa 50 euro), per un minibus da 9 posti il prezzo totale è invece di circa 1 milione e mezzo di rupie.  In alcuni casi, specialmente nei mesi più gettonati, alcuni driver fanno tour di gruppo condivisi in pulmann, soluzione che a me non piace particolarmente. Per alcuni luoghi come Bromo, sono disponibili anche driver di jeep

Se avete bisogno di un prebentivo, vi indico il contatto di un’agenzia locale che mi sento di consigliare: info@temutamu.com.

GUIDATORI DI OJEK

Oltre ai driver di automobili, in Indonesia ci sono i conducenti di ojek, ovvero moto-taxi. Se non avete bagagli pesanti con voi e non piove, questa può essere un’altra valida alternativa per muoversi in maniera agile ed economica. 

CONSIGLI FINALI
  1. Concordate prima l’itinerario con il driver. In alcuni casi potete proporlo voi e in altri dovrete adeguarvi ai suoi. Una volta esaminato con cura, seguite le tappe con attenzione onde evitare di essere sviati verso attrazioni che non vi interessano e per cui il driver prende una percentuale. 
  2. Verificate in anticipo che l’itinerario non includa luoghi in cui dovete pagare dei sostanziosi extra. A meno che non siate effettivamente interessati a questo tipo di attività, chiedete di cancellarle. Un classico di Bali sono gli agriturismi di caffè, i siti di sport acquatici, alcuni ristoranti proposti dai driver e i laboratori artigianali di argento o manufatti. I driver prendono percentuali da questi posti e quindi tendono a portarvici. 
  3. Concordate sempre prima il prezzo e cosa include o esclude ( i biglietti per i musei o gli spettacoli sono extra)
  4. Offrire al driver di unirsi a voi per pranzo è un bel gesto e vi offrirà lo spunto per una piacevole chiacchierata. Non è raro che molti viaggiatori stabiliscano legami di amicizia o restino in contatto con il proprio driver anche una volta tornati a casa.

Vi invito a supportare l’economia locale, affidandovi solo ad autisti e guide regolari di nazionalità indonesiana e non expat italiani o stranieri, spesso irregolari e improvvisati.



Booking.com

 

Altri Articoli

 

Benvenuti!

Mi chiamo Simona e viaggio in Indonesia dal 2010. Ho vissuto nelle isole di BaliJava. Sono una designer, appassionata di fotografia e buon cibo. Una delle cose che amo di più durante i miei viaggi è esplorare luoghi fuori dal sentiero battuto e immergermi nella cultura locale. 

LEGGI LA MIA STORIA

 

Condividi questo articolo

VUOI CHIEDERMI ALTRE INFORMAZIONI, HAI DELLE CURIOSITA’ O VUOI SUGGERIRE QUALCHE AGGIORNAMENTO INTERESSANTE? SCRIVIMI PURE QUI NEI COMMENTI:

Lascia un commento

Ti aspetto su Instagram per altre foto dei miei viaggi in Indonesia!